GRUNDIG - MAJESTIC
4040 W / 3D

Una delle massime espressioni della raffinatezza tecnologica tedesca nel 1954,
sua maestà la Grundig-Majestic 4040W/3D.

A prima vista questa Grundig sembra un normale apparecchio di fascia alta della prestigiosa casa tedesca. Non è così.

3D

La Grundig all'epoca produceva i suoi tre modelli di fascia alta , la 4040, la 5040 e la 5050 in versione normale, con i soli altoparlanti frontali ed in versione 3D, con l'aggiunta di altoparlanti laterali per la riproduzione tridimensionale.
Nei modelli 3D infatti scompare quell'effetto di assenza di profondità dell'immagine sonora tipica delle radio dotate di soli altoparlanti anteriori.

Sintonia motorizzata

Ancora nei suoi tre modelli di fascia alta gli apparecchi dotati del sistema di diffusione 3D venivano dotati anche si sistema di sintonia motorizzata.
E' possibile naturalmente anche sintonizzare manualmente le stazioni, usando l'apposito commutatore per escludere il motore.
Il meccanismo di sintonia è un autentico gioiello e viene descritto in seguito, ma meglio di tante parole è la visione del file video che mostra la 4040W/3D in funzione, liberamente scaricabile cliccando sull'icona che segue (37,31 Mb):

Video 4040W/3D

Majestic

In quegli anni la Grundig iniziò ad esportare fortemente i suoi migliori prodotti nel mercato USA. Le richieste raggiunsero un livello così elevato da giustificare la creazione di una joint-venture con l'importatore americano che prese il nome appunto di Grundig/Majestic.
Le specifiche di questi apparecchi erano ancora più severe, se possibile, di quelle prodotte per il mercato interno ed europeo.
La Grundig decise di produrre alcuni apparecchi per il mercato interno, quindi adatta alle esigenze dei broadcast europei, ma usando le restrittive specifiche Majestic.
Questo modello di 4040W/3D è una di quei rarissimi apparecchi, marchiato appunto Grundig/Majestic.

E' dotata per esempio di doppio trasformatore d'uscita, per i toni bassi e per quelli medio alti. Le "normali" 4040W/3D erano dotate di un solo trasformatore d'uscita.

La 4040W/3D ha come finale la potentissima (18 W) EL12.
Oltre al tweeter elettrostatico la 4040W/3D ha un enorme woofer ellittico multiottava con il cestello pressofuso che garantisce un basso profondissimo e molto dolce, anche con il potenziometro dei bassi nella posizione centrale (che io consiglio).

Vedere il grande indice attraversare spontaneamente la scala azionato dal silenzioso motore è uno spettacolo affascinante.
Per queste diverse scelte progettuali e per il grande e robusto mobile che fa da vera e propria cassa acustica il suono di questo regale apparecchio è quanto di più caldo e rotondo io abbia mai avuto modo di ascoltare.
Leggendo il seguito della pagina si scopriranno altre raffinatezze incredibili per l'epoca.
Una autentica delizia per gli occhi e le orecchie ancora oggi.
A questo si aggiunge la rarità dell'apparecchio che lo rende un vero oggetto da collezione.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Anno di produzione: 1954

Principio di ricezione: Supereterodina

Frequenza intermedia IF: 468/10700

Nr circuiti accordati:
11 Circuiti AM
11 Circuiti FM

Gamme d'onda:
AM
Onde medie (OM)
Onde lunghe (OL)
Onde corte (OC)
FM
UKW

Tensioni di funzionamento (CA)
110; 125; 160; 220 Volt

4 Altoparlanti:
1 Woofer multiottava
2 Midrange laterali
1 Tweeter elettrostatico

Materiali Mobile in legno
Forma Soprammobile con tastiera.

Dimensioni (LHP) :
655 x 427 x 316 mm

Peso netto 18,5 kg

Valvole 8:
ECC85, EF89, EF89, ECC82, EBF80, EABC80, EL12, EM85

Modulo opzionale per la ricezione canali TV.

Antenna rotante in ferrite

Questo apparecchio ha una notevole dotazione di serie. Vediamo di seguito i particolari.

CONTROLLO TONI CON INDICAZIONE DEL LIVELLO

Il sistema di controllo dei toni è molto efficiente. Sopra le grandi manopole dei controlli di tono troviamo una scala che si illumina progressivamente di rosso indicando l'enfasi data alla banda su cui agiscono.

Un particolare per gli amanti della radio-tecnica "estrema".
La manopola del controllo degli acuti è collegata a due funicelle, una per il movimento dell'indicatore della posizione del controllo stesso ed un'altra che variava la posizione della ferrite nei trasformatori MF facendo variare la pendenza della campana del trasformatore stesso. In tal modi si attenuavano/accentuavano i toni acuti già prima dell'arrivo nello stadio amplificatore BF. Il controllo di tono interveniva poi normalmente con il potenziometro sullo stadio amplificatore di tensione.

ORIENTAMENTO ANTENNA

Altra piacevole raffinatezza.
Come altri apparecchi, anche di classe meno esclusiva, l'antenna interna in ferrite è girevole, azionata da una manopola esterna, e serve a posizionare l'antenna ortogonalmente rispetto al ripetitore in modo di ricevere il massimo segnale.
In questo apparecchio l'inserimento dell'antenna in ferrite avviene tramite un interruttore che si aziona automaticamente appena si ruota la manopola coassiale alla manopola del volume.
L'indicazione della posizione dell'antenna si legge in trasparenza dalla stessa finestrella dell'occhio magico.
L'effetto è bellissimo.
Quando l'antenna viene disinserita compare la scritta AUS sull'occhio magico.

All'interno del mobile è presente un dipolo per la ricezione FM ed una antenna in ferrite orientabile per la ricezione AM.

La sensibilità in ricezione con le antenne interne è molto buona.

Usando un'antenna esterna la sensibilità è incredibile.
Questo apparecchio infatti è stato prodotto in un periodo in cui non c'erano molte stazioni radio ed erano molto distanti tra loro.

CONTROLLO SINTONIA

Il sistema di sintonia è un vero gioiello.
La sintonia può essere azionata manualmente, come in tutti i normali apparecchi, ruotando la manopola di sintonia con l'interruttore della sintonia automatica in posizione AUS.

Quando invece l'interruttore della sintonia automatica viene messo in in posizione EIN viene memorizzata "meccanicamente" la stazione che si sta ascoltando.
Per esempio ho premuto il tasto UKW2 e sto ascoltando una stazione a 89,90 MHz.
Premendo uno qualsiasi degli altri tasti di sintonia il motore porta l'indice all'ultima stazione ascoltata.
Ripremendo il tasto UKW2 il motore riporta la sintonia esattamente a 89,90 MHz.

Questa operazione può essere ripetuta per qualsiasi stazione sulle bande UKW1, UKW2, MW1, MW2 ed LW.

 

La memorizzazione meccanica è ottenuta con una serie frizioni, di molle e di tiranti d'acciaio e leve che esigono una accurata taratura.

Una volta tarato e lubrificato il sistema meccanico è assolutamente affidabile e rebusto.

Non vi è alcun pericolo di slittamento perche le ruote sono dentate e le frizioni sono costituite la flessibili lame d'acciaio di altissima qualità.

Un vero esercizio di ingegneria meccanica.

L'occhio magico è nuovo

COMANDI

A sinistra si trova il comando del volume (con loudness incorporato) ed assialmente a questo il comando di rotazione dell'antenna in ferrite.
Si vede l'indicatore della posizione dell'antenna e dietro a questo si vede l'occhio magico
La scala AM per le Onde Corte, Medie I e II e Lunghe.
La scala FM I e II.
Sotto da sinistra troviamo nell'ordine i tasti di accensione e giradischi.
Il tasto per sintonizzarsi sulle Onde Lunghe, Medie 1, Medie 2, Corte , FM1 ed FM2.
Vi è infine la manopola della sintonia, il cui movimento è molto piacevole essendo supportata da un grosso volano.
Coassialmente alla manopola di sintonia si vede il commutatore di sintonia Automatica/Manuale.
Sotto ancora troviamo le due grosse manopole del controllo dei bassi e degli alti.

ALTOPARLANTI

Gli altoparlanti sono quattro.

Il woofer è enorme e molto efficiente.

La radio è dotata di un Tweeter elettrostatico

Ai lati due midrange per la riproduzione 3D

Notare le dimensioni del woofer rispetto alle valvole.

 

Il suono è impressionante.

LATO POSTERIORE

Uscita per altoparlanti esterni.

Presa per registratore (tonbandgerat).

Ingresso giradischi (tonabnehmer)

Ingressi antenna AM ed FM e presa di terra.

IL RESTAURO

La prima fase di pulizia l'ha fatta mia figlia ... usando la stessa tecnica che usa quando i vetri sono opachi dal vapore !!!

Per parlare di pulizia è necessario smontare veramente tutta la perte meccanica anteriore per riuscire ad accedere al complesso sistema di corde e per effettuare l'ingrassaggio delle parti meccaniche in movimento
Una corda è stata sostituita e tutti i meccanismi relativi lubrificati.
Parlo di cavetti, leve, frizioni ecc.
Le frizioni vanno tarate con un momento torcente di 400 gr. ciascuna.